Destinazioni d'uso della pianta di canapa

Destinazioni d'uso della pianta di canapa

La coltivazione di canapa con una percentuale di THC consentito sotto lo 0,2 % è diventata legale in Italia a partire dagli ultimi mesi del 2019. 

Moltissimi coltivatori hanno esteso le proprie piantagioni e iniziato a coltivare semi certificati, per raccoglierne i frutti (economici e naturali) non appena le piantine saranno giunte a maturazione.

Ma quali sono le destinazioni d’uso delle talee di canapa? Cosa si può fare con i suoi frutti e i derivati? 

La canapa in cucina

I semi di canapa sono commestibili e trovano largo impiego in tantissime ricette culinarie. Dal punto di vista nutrizionale, sono un alimento proteico poichè contengono 8 amminoacidi essenziali che l’organismo necessita di assumere attraverso il cibo. Sono quindi una valida alternativa alla carne e derivati.

Ricchi di Omega 3 e Omega 6, di acido linoleico, di vitamina E e sali minerali, sono ottimi per chi soffre di malattie cardiovascolari, arteriosclerosi o patologie respiratorie.

Ma come integrarli nella propria dieta? Si possono consumare in diversi modi: i semi possono esseri conditi e mangiati come si fa con i semi di quinoa. Oppure li si può usare come decorazione di altre pietanze, sia integri che sotto forma di spezie.

La canapa nella beauty routine

Anche il settore cosmetico ha riscoperto le tante proprietà e benefici della canapa.

In particolare la pelle sembra giovarne moltissimo. Gli acidi grassi polinsaturi e la vitamina E sono ottimi antiossidanti e lavorano in sinergia per mantenere il derma idratato. Se la pelle riesce a trattenere la giusta quantità di acqua, è di conseguenza più elastica e meno predisposta alla comparsa di rughe o segni dell’età. Per questo motivo la canapa è considerata un buon antiage.

L’olio di canapa ha poi un’alta capacità nutritiva, performante sia come base per maschere ed impacchi per capelli che per pomate e unguenti.

Inoltre è consigliato nel trattamento dell’acne, dato il suo potere cicatrizzante.

Infine l’acido linoleico contenuto è utile per contrastare la desquamazione del cuoio capelluto, disturbo caratterizzante della dermatite seborroica ma anche di altre problematiche come la psoriasi e tutte le correlate ai disturbi di cheratinizzazione.

La canapa da indossare

La crescente attenzione verso una moda sempre più sostenibile e rispettosa dell’ambiente ha portato alla ricerca di nuovi tessuti da impiegare nella creazione di abiti e accessori. 

Le fibre di canapa sono particolarmente resistenti e assorbenti, in grado di trattenere il calore in inverno e disperderlo in estate.

Per questo motivo negli ultimi tempi si trovano moltissimi abiti e capi d’abbigliamento in stoffe derivanti dalle fibre di canapa, perfetti da indossare durante i cambi stagione.

Inoltre, proprio per la sua resistenza, questa fibra è tra le prime scelte di chi produce borse portatutto come sacchi per la spesa o per gli ortaggi.

Shampoo, creme, spezie, farine, tessuti.. Queste sono solo alcune delle destinazioni d’uso della canapa. Se vuoi saperne di più e scoprire come può essere inserita nel tuo business, richiedi una consulenza con i nostri esperti del settore.